8HOME

 

HOME

Disclaimer

Dedicata alla Beata Maria Crocifissa del Divino Amore

Dedicata a F. De Sanctis

Biblioteca elettronica

Deutsche Bücher

Archivio

Antiquarium

Articoli

Storia

Dialetto Morrese

Gazzette 1983-2013

Poesie

Quadri

Quadri astratti

Altirpinia  

Amministrazione Comunale Morra

Statuto Società Mutuo Soccorso U.S.A. 1912

Foto gite AME

 

Foto Cerimonia consegna casa De Sanctis restaurata ai discendenti

 

Foto feste AME

 

Film

 

Diverse Foto

 

Biografia di Gerardo Di Pietro

 

COMUNICAZIONI DELLE ASSOCIAZIONI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

STORIA E VICENDE DI UN PAESE IRPINO

 

14-02-20

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il castello di Morra De Sanctis  (cliccare su foto per ascoltare l'Inno Italiano)

Il castello di Binningen (cliccare su foto per ascoltare l'Inno svizzero)

Geschichte, Film, Schloss von Binningen, Dorfmuseum hier klicken

     

 Queste pagine web si arricchiscono progressivamente di vari volumi e quindi di molte cognizioni letterarie. Tutti possono accedervi.

Si richiede solo a chi usa documenti o concetti tratti da queste pagine, l'onestà intellettuale di citarne la fonte da cui sono state prese.

Mi giungono delle mail di persone o ditte che non conosco che vo

Nell'atrio del Comune di Morra è stata esposta la genealogia della famiglia De Sanctis curata dal Prof. Francesco Grippo. (cliccate qui per vederla)
Ogni anno le comunità cinesi in Svizzera festeggiano il "Mond Fest" (festa delle Luna). Per l'occasione nella piazza della Cattedrale diverse formazioni cinesi di ballo si esibiscono con le danze. Tra le ragazze cinesi c'è anche una morrese, che ha un'amica cinese e balla con loro. Credo che la conoscete perché l'ho dipinta qualche volta e ho messo il quadro su questo sito Web. Cliccare qui per il download
Articolo del Dott.  Jonatas Di Sabato pubblicato da CRONACHE GOLETANE

Dalla pagina Facebook Francesco De Sanctis:

GENOVA - LUTTO VINCENZO MARIANI, DI ANNI 88. LUNEDÎ FUNERALI E TUMULAZIONE IN GENOVA: All'alba di oggi SABATO 8 FEBBRAIO, IN GENOVA, ove

era emigrato da diversi decenni, dopo aver rilevato la proprietà e la gestione di un alberggo del capoluogo ligure, si è spento all'età di 88 anni il sig. VINCENZO MARIANI, classe 1932, FIGLIO del noto VITO, storico amministratore comunale del dopoguerra ancora oggi ricordato per i suoi trascorsi di anarchico, FRATELLO della signor VERA ved. STRAZZA, anche lei emigrata in Genova e deceduta meno di un anno fa. I funerali e la tumulazione hanno avuto luogo in Genova nella giornata di lunedì, 10 FEBBRAIO.

Alla famiglia del sig. Vincenzo, rimasto legato al nostro paese nonostante la lontananza, giunga accorato cordoglio, rivolto in particolare alla moglie ANGELINA e ai figli Walter e Vito.

***

Ricordo con affetto Vincenzo, quando ancora giovane ginnasiasta giocava con noi al pallone, nonostante fosse più anziano di noi di due anni. Ricordo a proposito la sfida ai tiri di rigore che io parai tutti quel giorno e che lo fece un po' disperare. Poi emigrò in Germania ed infine a Genova dove aveva erditato un Hotel. Vincenzo da giovane era buono d'animo, come lo ricordo io.

Dopo molti anni, quando decisi di organizzare a Morra la prima festa dei Morresi Emigrati volevamo confezionare i panini per venderli, feci chiedere a Vincenzo se poteva darci per quel giorno il suo locale dove ora è il Bar in piazza, che in quel tempo era suo. Mi disse chi gli telefonò che Vincenzo aveva detto:-Se è per Gerardino, tutto quello che vuole.-

Lui riceveva la Gazzetta dei Morresi Emigrati e più tardi lo vidi a Morra e mi disse che voleva offrirmi una cena. Mi prese con lui nella macchina e mi portò in un ristorante a Lioni. Mentre cenavamo parlammo un po' di degli anni della nostra gioventù.

Quando feci il vocabolario del dialetto morrese gli chiesi di scrivere qualcosa su suo padre. Quello che è scritto su Vito Mariani sul vocabolario lo scrisse lui, io aggiunsi in calce qualche mio ricordo.

Lo telefonai quando volevamo fare con gli emigrati il viaggio in Liguria, pregandolo di consigliarci un Hotel, ma poi i nostri cercarono loro stessi in Laigueglia e non se ne fece niente.

Ricordo Vincenzo con affetto e invio da questa pagina le mie condoglianze alla moglie e ai figli,

Gerardino Di Pietro

Quando io scrivo su questo sito delle frasi presi dalla Bibbia o da qualche autore quello che scrivo non è contro qualcuno, ma solamente per ricordare a quelli che si comportano in quel modo, chiunque essi siano, che facendo così sbagliano secondo la nostra religione. Questa pagina web non è frequentata solo dai morresi, ma anche da gente di molte città italiane e straniere. Quando io mi riferisco a qualcuno, glie lo dico dierttamente come ho sempre fatto

Come già scrissi, ho messo in rete il mio nuovo libro, che è l'Appendice al vocabolario del dialetto morrese. Al contrario di quella già inserita sul Vocabolario stampato dal comune di Morra alcuni anni fa, questa nuova Appendice, essendo pubblicata in internet, mi ha permesso non solo di mettere in breve le date degli avvenimenti, ma di inserirvi dei Link che aprono delle pagine che illustrano l'argomento accennato, oppure mostrano le tabelle. Tutte queste informazioni le ho prese dai trenta anni di Gazzette dei Morresi Emigrati. Ora questa appendice è diventata quasi un'enciclopedia morrese. Io spero che possiate considerarla in questo modo e ad inviarmi notizie che io poi ogni tanto inserirò nell'Appendice. Per consultarla dove entrare nella Biblioteca elettronica su questo sito. Per il momento cliccate su questo Link

Chi sono i nove ricercatori di Cordova che sono tra i migliori in Spagna?

¿Quiénes son las nueve investigadoras de Córdoba que están entre las mejores de España?

Hay cinco científicas pertenecientes a la UCO, tres al Ifapa de la Junta y una al Instituto de Agricultura del CSIC

Francisca López y Ana María Torres (puesto 155)

La foto  in primo piano è mia nuora, la dottoressa Anna Maria Torres in Di Pietro, moglie del ricercatore morrese di seconda generazione professore e ricercatore Antonio Di Pietro.

Leggere più avanti la traduzione in italiano dell’articolo del giornale spagnolo ABC.

El siguiente tramo de la lista de mejores científicas residentes en Córdoba lo marca el agro, en cuya investigación la provincia es un referente, gracias a la UCO, el Ifapa y el IAS. Compartiendo con otras investigadoras residentes en España el puesto 155 del ranking nacional (con un «valor Fh» de 0,96 en Agronomía), están Francisca López y Ana María Torres.

 

La primera es investigadora desde 1998 del Instituto de Agricultura Sostenible del CSIC, donde es responsable de un grupo de investigación. Ella se dedica a la teledetección (uso de satélites y drones) y aplicación del análisis de las imágenes a objetivos como mejorar la

 

 Francisca López - ABCtoma de datos en los experimentos genéticos.

De hecho, el equipo de investigación que encabeza, imaPing, está dedicado a la teledetección para agricultura de precisión. Permite, por ejemplo, realizar mapas de malas hierbas de fincas, lo que reduce el uso de fitosanitarios, disminuyendo el impacto medioambiental y en el bolsillo del agricultor.

Ana María Torres, investigadora del Ifapa de la Junta - R. Carmona.

López comparte plaza con Ana María Torres, que es investigadora principal en el Área de Genómica y Biotecnología del Ifapa. Se centra en la mejora genética de cultivos leguminosos, sobre todo habas. Busca desarrollar variedades resistentes a enfermedades o con mayor rendimiento. Entre otras investigaciones se encuentra inmersa en dos proyectos europeos, para potenciar el cultivo de leguminosas en la UE -es dependiente de las importaciones- y en uno nacional en el que se usan extractos de leguminosas en el tratamiento de cáncer de colon.

 

TRADUZIONE

 Chi sono le nove ricercatrici di Cordova che sono tra le migliori in Spagna?
Chi sono le cinque scienziate appartenenti all'UCO, tre all'Ifapa del consiglio di amministrazione e una all'Istituto di agricoltura del CSIC
 
Francisca López e Ana María Torres.
La foto in primo piano piano è mia nuora, la talentuosa Anna Maria Torres in Di Pietro, moglie del ricercatore morrese di seconda generazione, professore e ricercatore Antonio Di Pietro.

La sezione successiva dell'elenco dei migliori scienziati residenti a Cordova è contrassegnata dall'agricoltura, nella cui ricerca la provincia è un riferimento, grazie all'UCO, all'Ifapa e allo IAS. Condividendo con altri ricercatrici residenti in Spagna, la 155a posizione nella classifica nazionale (con un "valore Fh" di 0,96 in Agronomia), sono Francisca López e Ana María Torres.
Francisca López - ABC
La prima è ricercatrice dal 1998 dell'Istituto di agricoltura sostenibile del CSIC, dove è responsabile di un gruppo di ricerca. Si dedica al telerilevamento (uso di satelliti e droni) e all'applicazione dell'analisi delle immagini a obiettivi come il miglioramento della raccolta dei dati negli esperimenti genetici.
In effetti, il principale gruppo di ricerca, imaPing, è dedicato al telerilevamento per l'agricoltura di precisione. Permette, ad esempio, di creare mappe delle erbe infestanti dalle aziende agricole, il che riduce l'uso di prodotti fitosanitari, riducendo l'impatto ambientale e nelle tasche degli agricoltori.


López condivide un posto con Ana María Torres, che è una ricercatrice principale nell'area di genomica e biotecnologia presso Ifapa. Si concentra sul miglioramento genetico delle colture leguminose, in particolare i fagioli. Cerca di sviluppare varietà resistenti alle malattie o con maggiore resa. Tra le altre ricerche, è impegnata in due progetti europei, per migliorare la coltivazione dei legumi nell'UE - dipende dalle importazioni - e in uno nazionale in cui gli estratti di legumi sono usati nel trattamento del cancro del colon.

 

 

BAUER MALEREI

PITTURA CONTADINA

La Bauer Malerei (si legge ”Malerai) significa in italiano “Pittura Contadina”, ma questo non significa che erano i contadini a dipingere i loro mobili, ma erano dei pittori abili in questo genere di pittura.

Sembra che già Tacito duemila anni fa ne abbia parlato quando visitò i popoli germanici, ma a noi non è rimasto nessun reperto di quei tempi. La pittura contadina veniva fatta su mobili di legno e il legno si sa che dopo duemila anni imputridisce o si cancella il colore.

Questo tipo di pittura degli oggetti di legno appare in Baviera già nel 1600. Era una pittura più che altro decorativa su armadi, lettiere, casse e altri oggetti di legno, sedie, taglieri scatolette di legno di uso comune.

A volte c’erano anche si inserivano anche dei quadretti dei padroni del mobile, o allegorici delle stagioni, Altre volte si scrivevano anche delle frasi religiose, o altre. Più tardi sorse addirittura un’industria, e questo tipo di mobili dipinti si potevano comprare già Confezionati in negozio. Lo stile può anche variare a secondo del luogo dove gli oggetti sono stati dipinti, come in Baviera, in altri luoghi della Germania, in Svizzera, in Austria.

Una trentina di anni fa mi cimentai anche io con questo tipi di pittura. Vi metto qui alcuni oggetti che dipinsi:

 

Cassetta per cianfrusaglie                                                 

mobiletto per attrezzi

Tavoletta decorativa di compensato

 

Tavoletta decorativa di compensato

 

Tavoletta

decorativa di

compensato

 
 
QUESTE FOTO QUI SOTTO SONO STATE PRESE DAL LIBRO "BAUER MALEREI ALS KUNST UNHOBBY Di Arbo Gast/Hannie Stegmüller" Neu Schweizer Bibliotek dal quale ho preso anche le notizie che ho scritto sopra.

Armadio

Armadio

Sedia di legno

Piatto decorativo

 

Diversi link di film  Diversi link 

Nella pagina dedicata al terremoto ho aggiunto link di foto e diverse mie poesie ispirate al tragico evento.

 

 

 

Cliccare sul Gazzettino per vedere se ci sono nuove notizie)

 

 IL GAZZETTINO

 

 

NON SO SE CI AVETE MAI PENSATO: IL PRIMO EMIGRATO MORRESE IN SVIZZERA FU PROPRIO LUI NEL LONTANO 1856: "FRANCESCO DE SANCTIS", DOVREBBE ESSERE RICORDATO SUL MONUMENTO AGLI EMIGRATI A MORRA

SE CLICCATE SULLA TESTA DI QUESTO UCCELLINO TROVERETE OGNI SETTIMANA DEI BRANI SCELTI TRATTI DAI LIBRI DI DIVERSI AUTORI

 Questa settimana: Un brano del diario di Leone Tolstoi (lo scrittore russo Leone Tolstoi è quello che scrisse "GUERRA E PACE" che forse avete visto anche in un film

TUTTO QUELLO CHE ERA SCRITTO NEL GAZZETTINO SULLA BEATA MARIA GARGANI L'HO MESSO IN UNA PAGINA SPECIALE, CLICCARE SULLA SUA EFFIGIE

 

 

 

Comune di Morra De Sanctis Consolato in Basilea Consolato Zurigo Consolato Lugano Pro Loco Morra Sezione AME Zurigo

 Link Film Morra Pagina Link Notizie Biblioteca elettronica  Dialetto morrese  Monumenta Germanica Historica Manoscritto Divina Commedia Cartoline di Morra

Per cercare il manoscritto della Divina Commedia. cliccate sul tasto Manoscritto Divina Commedia. Quando si apre il sito della biblioteca, accanto dove è scritto "Buscar" nel piccolo spazio cliccate sulla piccola freccia blu e poi su Autore, nella spazio accanto scrivete Dante Alighieri, dopo cliccate su "BUSCAR"cliccate sul primo libro di colore bordó che appare .

Libri nelle biblioteca del Palazzo Grassi di Morra De Sanctis

LINK DI LIBRI E GIORNALI

Dizionari

Dizionario illustrato dei simboli

Elenchi telefonici

I Promessi Sposi parlato

Libri parlati, video, musica

Tutti i giornali

La Bibbia parlata

Isabella Morra Rime

La Divina Commedia parlata

Giacomino Pugliese Giacomo de Morra

Lapidi ricordo di F. De Sanctis

 

 

 

   

LINK DI AVVENIMENTI E CERIMONIE IN U.S.A

Foto Greenwich

Processione di S. Rocco in Greenwich

Dinner gemellaggio Morra-Greenwich

Immagini di Morra

DIVERSI LINK DI FILM

Film Maria Gargani in castello Morra

Cerimonia Maria Gargani Morra

Posa travi Piscina Morra

Diversi Film

Film documentario su Morra

conc. al cast. i favolosi anni 60 e 70

Un Viaggio Elettorale De Sanctis, promo 2

 

 

 

   

FOTO

fotocopie fonto antiche

Foto antiche

Morra fotografato col teleobiettivo

Jolanda Di Pietro impres. di Morra

Foto Morra di A. Pelosi

Foto S. Lucia

Altre foto S. Lucia

Foto Festa Ass. Camp.De  Sanc. Zurigo

Foto autunno a Morra

FOTO RIAPERTURA DELLA FERROVIA AVELLINO-ROCCHETTA S.ANTONIO

 

LINK DI ASSOCIAZIONI E ISTITUZIONI VARIE

 

Archemail.it

Archeoclub "Alta Irpinia"

 

 

 

LE CARTOLINE QUI SOTTO L'HA FATTE STAMPARE IL PROF. FRANCESCO GRIPPO CHE HA IL COPYRIGHT

 

                                                                                                     

Bellissima foto si Jolanda Di Pietro-Löhr del Reno con il ponte Wettstein,  la cattedrale e un ampio panorama della Piccola Basilea con il grattacielo della ditta chimica "La Roche"

Schöne Foto von Jolanda Di Pietro- Löhr des Rhein und Klein Basel

 
       
       
 
       
 
 

   

       
       

Ultimo aggiornamento:  14-02-20

 Counter

web stats